INFORMAZIONI PER COMINCIARE CON IL PIEDE GIUSTO

I cuccioli hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato: non devono solo preoccuparsi del buon funzionamento del loro organismo e di mantenere la giusta temperatura corporea, ma devono anche sviluppare le ossa, i muscoli e gli organi. Un’alimentazione adeguata è fondamentale e gli errori nutrizionali possono avere in questa fase conseguenze irreparabili.

La specie canina è unica, in quanto nel suo ambito sono presenti razze e varietà molto diverse fra loro, a partire dal Chihuahua di 1 kg, per esempio, al San Bernardo di 80-100 kg. Ne consegue che anche la durata del periodo di crescita risulta molto variabile tra le diverse razze.

A causa della durata (fino a 2 anni) e delle dimensioni della crescita, i cuccioli di razza gigante sono più soggetti ad avere problemi alle ossa e alle articolazioni. La durata della crescita varia infatti a seconda della taglia: 8-10 mesi per i cani di taglia piccola, 10-14 per quelli di taglia media, 14-24 per quelli di taglia più grande. Una volta raggiunta la taglia adulta bisogna cambiare gradualmente regime alimentare per evitare un aumento eccessivo di peso o addirittura l’obesità.

Il regime nutrizionale in questo periodo della vita è estremamente importante, soprattutto per i cuccioli di razza grande e grandissima; infatti una crescita veloce non è sinonimo di fenomeno ottimale. Lo sviluppo scheletrico e muscolare non sono contemporanei, pertanto un periodo di crescita prolungato è più idoneo.

Paragonata ad una razione di mantenimento dell’adulto quella dei cuccioli è più ricca in energia, più nutriente e più digeribile. Anche la forma fisica del pasto deve tenere in considerazione le dimensioni della bocca e dei denti.

Nei cani l’ampiezza e la durata della crescita variano enormemente. All’età di un anno, un cucciolo di Terrier ha moltiplicato il suo peso 20 volte, un Beagle 50, un Labrador, 70 un Alano o un Terranova 100 volte. A 8 mesi un Barboncino Toy ha già raggiunto la taglia adulta, mentre un alano dovrà aspettare fino a due anni.

Di conseguenza gli squilibri alimentari durante lo sviluppo hanno conseguenze più gravi nei cani di taglia gigante.

I primi 6 mesi di vita rappresentano il periodo di crescita più rapido per i cani e gatti. In questo periodo di rapido deposito e sviluppo dei tessuti, il fabbisogno energetico e in nutrienti essenziali è notevolmente aumentato. Queste richieste nutrizionali sono prontamente soddisfatte con il consumo di maggiori quantitativi di cibo.

Le richieste energetiche dei cuccioli in crescita sono all’incirca raddoppiate, rispetto a quelle di un cane adulto delle stesse dimensioni. Dopo i 6 mesi di età, il fabbisogno inizia a diminuire, parallelamente al rallentamento della velocità di crescita.

Per quanto riguarda il fabbisogno proteico, oltre al normale quantitativo di proteine necessarie al mantenimento, gli animali giovani richiedono una quantità maggiore di questi nutrienti per la sintesi dei nuovi tessuti. Le proteine contenute nella dieta devono perciò essere di elevata qualità e altamente digeribili, per assicurare all’organismo quantità sufficienti di aminoacidi essenziali per la crescita e lo sviluppo del cucciolo.

Dott.ssa Elisa De Paoli Medico Veterinario

Accedi




Registrati




Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.