IL CANE COMUNICA, IMPARIAMO A LEGGERE IL SUO LINGUAGGIO

Il cane è un animale sociale che vive in branco o in gruppi sociali, siano essi canini o umani, e per poterlo fare ha bisogno di comunicare. Ovviamente anche se vive in un branco/gruppo sociale misto (fatto di umani e conspecifici) la comunicazione è fondamentale, non possiamo però pensare che il cane impari la nostra lingua, per cui spetterà a noi imparare la sua. Conoscere il linguaggio dei cani ci permette di capirli meglio ed evitare malintesi fra uomo e cane. Ma come comunica? qualche esempio per capirlo. 

IL CANE RILASSATO: Avrà la bocca leggermente aperta, la lingua appena visibile e appoggiata sui denti, orecchie diritte e coda rilassata tenuta bassa.

FACCIAMO AMICIZIA: Il cane mette in atto questo comportamento per comunicare la volontà di interagire pacificamente. La testa è alta ma non rigida, le orecchie appiattite sulla testa, la bocca leggermente aperta, le palpebre che sbattono ed il corpo rilassato.

INVITO AL GIOCO: Con questa postura l’animale sta dicendo che tutto ciò che si farà sarà un gioco, un divertimento. Abbassa la parte anteriore del corpo, salta avanti e indietro scodinzolando e le orecchie possono essere erette o all’indietro.

IL CANE ATTENTO: Questa postura la vedremo nel cane quando la sua attenzione è attratta da qualcosa o qualcuno. Testa alta e bocca chiusa, le orecchie sono inclinate in avanti per recepire i suoni e la coda sarà orizzontale ma non rigida.

IL CANE IRRITATO/STRESSATO: Il cane in questo caso ci sta dicendo che la situazione in cui si trova non è di suo gradimento. Il corpo è rigido e la testa alzata, le labbra sono arricciate ad esibire alcuni denti, orecchie alzate e divaricate(o attente) e la coda semi-alta mossa a scatti. Può essere silenzioso o emettere un ringhio molto basso.

IL CANE SOTTOMESSO: Dimostra la totale mancanza di aggressività, ci comunica che è completamente inerme. Sdraiato su un fianco mostra il ventre, alza la zampa posteriore in segno di resa e vulnerabilità, la testa è bassa per evitare il contatto visivo e le orecchie indietro, la coda è bassa o in mezzo alle zampe posteriori.

AGGRESSIVITÀ’ PER DOMINANZA: Spesso l’aggressività da dominanza è rivolta ai suoi conspecifici, raramente verso l’uomo di cui il cane ha più timore. Le labbra sono arricciate per esibire denti e gengive, gli occhi spalancati con lo sguardo intenso rivolto all’interlocutore, la coda è alta e rigida ed il corpo in avanti, le zampe sono unite ed il pelo sul dorso è alzato.

AGGRESSIVITÀ’ PER PAURA: Con questo comportamento l’animale sta comunicando che si sente minacciato, ha paura e quindi sta cercando a sua volta di intimorire l’avversario. Mostra i denti e spesso emette un ringhio sordo, il corpo è rigido e pronto al movimento, le orecchie sono basse e portate indietro, il pelo sul dorso è alzato e la coda è bassa e rigida.

PAURA: In questo caso il cane è evidentemente spaventato e comunica il suo forte disagio. Il corpo è estremamente abbassato, lo sguardo è rivolto verso il basso o di lato, il muso è allungato e la bocca è chiusa, le orecchie sono indietro e appiattite sulla testa e tiene la coda bassa e/o in mezzo alle zampe.

 

Oltre a farci capire le sue emozioni il cane ha nel suo linguaggio dei segnali calmanti, che gli permettono di evitare inutili litigi e aggressioni. Quando il cane nel comportamento altrui percepisce ostilità o contrasto utilizza anticipatamente/preventivamente come metodo inibitorio i segnali calmanti, ciò serve ad evitare un momento/avvenimento/episodio che potrebbe risultare sgradevole, questo per comunicare la propria volontà di pacificazione. Oppure li utilizza, per se stesso e gli altri individui, in condizioni già sgradevoli ad esempio per scaricare lo stress, per calmare l’ansia o la paura. 

Alcuni di questi segnali li possiamo utilizzare anche noi, per aiutare i nostri amici a 4 zampe in difficoltà’, vediamone aIcuni:

GUARDARE SOCCHIUDENDO GLI OCCHI: Il cane socchiude gli occhi per rendere lo sguardo più dolce e meno minaccioso, tendenzialmente usa questo segnale quando deve guardare qualcuno direttamente.

LECCARSI IL NASO: Repentino movimento della lingua, che non è sempre facile da cogliere. E’ usato normalmente nell’ approccio tra cani. Nell’interazione con gli umani, potrebbe essere usato quando lo si sovrasta fisicamente o ci si avvicina troppo o capisce che si ha l’intenzione di manipolarlo.

VOLTARSI DI LATO O DI SPALLE: E’ un forte segnale di calma, viene usato quando un cane vuole ribadire ad un soggetto di calmarsi perché l’atteggiamento che sta sostenendo non gli piace. Noi possiamo usarlo quando il cane è eccessivo nelle richieste di attenzione da parte nostra.

SBADIGLIARE: Lo sbadiglio di un cane può indicarci che esso sia in una situazione di disagio, sia stressato o ansioso. Questo segnale è per calmare se stesso e gli altri. Non va confuso come un segno di stanchezza.

IMMOBILIZZARSI: E’ tipicamente un segnale per dire che non vuole provocare alcuna reazione. Si può osservare se un altro cane si avvicina troppo, annusandolo. Mentre verso l’uomo quando lo sgrida, lo stressa o lo intimorisce.

CAMMINARE LENTAMENTE: Il cane si muove o cammina lentamente verso di noi qualora si sentisse minacciato, ad esempio quando lo sgridiamo. Anche questo è un chiaro segnale calmante. Sapendo ciò possiamo capire che se abbiamo a che fare con un cane timoroso o inquieto sarà meglio muoversi lentamente.

METTERSI IN MEZZO: Quando un cane si interpone tra due o più suoi simili sta cercando di creare uno scudo/barriera/sbarramento per evitare un possibile dissidio/scontro, questo può accadere se il gioco diventa violento o se si causano tensioni nel branco. Può accadere che il cane si frapponga tra due uomini se essi hanno uno stretto contatto fisico.

CURVARE O CAMMINARE FORMANDO UNA CURVA: I cani difficilmente vanno dritti l’uno verso l’altro, per non sembrare minacciosi. Alcuni soggetti lo fanno ma usano nell’approccio altri segnali calmanti. Quindi è consigliabile avvicinarsi ad un cane, soprattutto se sconosciuto, curvando la traiettoria.

METTERSI A TERRA: (pancia sul terreno) E’ un segnale di calma molto forte, spesso usato dai cani leader, per calmare gli altri cani o per tranquillizzarli se mostrano di aver paura. Noi possiamo usarlo con il nostro cane, stendendoci sul divano o sul tappeto.

GIRARE LA TESTA: E’ un movimento veloce da un lato all’altro,oppure può girare la testa e restare sul lato, lo si può vedere quando un cane si avvicina all’altro, se quest’ultimo arriva in modo diretto. Anche noi possiamo utilizzare questo segnale se abbiamo a che fare con un cane spaventato, aggressivo o che abbaia.

Questi sono alcuni dei segnali calmanti, il nostro vuole essere un invito ad osservare il comportamento del vostro cane e dei cani che conoscerete e a meravigliarvi per la facilità e la semplicità con cui comincerete a capire il loro linguaggio. La comunicazione è importante e fondamentale se vogliamo instaurare una relazione sana con il nostro animale.

Susanna Mottini Operatrice di Canile

Accedi




Registrati




Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.